shakespirando

Giovedì 1 febbraio ore 21

SHAKESPIRANDO

di e con
Piergiuseppe Francione

Shakespirando

Una prova costantemente aperta, un volo libero,una composizione, con le sue aggiunte di tessuto all’infinito, in parte ispirata e in parte adattata da scritti e
brani drammaturgici, tratti da Shakespeare ( in gran parte dall’Amleto), per giungere ad una bozza di drammaturgia dell’attore che introduce il dialogo con l’ uomo e la donna” “attori -attrici del loro tempo”.

Un viaggio di uomo-attore solo, un tradito Amleto che sceglie la via del folletto pazzariello punk per dire delle scottanti verità, tra cui quella di essere tutti morti vivi in una gran bella prigione a cielo aperto.
Senza la maschera il pagliaccio uomo non trova altra via d’uscita se non quella di credere solo ed esclusivamente alla possibilità che l’arte e, nel caso specifico, la rappresentazione del dramma, possano incastrare le coscienze dei malfattori. Quando poi l’essere umano osserverà, a posteriori, se stesso attore non potrà non vedere di essere lui il primo vigliacco. Capisce, così, che solo riuscendo a non essere-non essere ciò che è stato fino ad allora, potrà grazie alla stesso processo
che vive l’artista e l’attore, ritornare ad essere ciò che è: un essere umano. Arte/aldilà dell’io/ Prospero fulgore/ Figlia d’amore e del mistero di Dio/ Forse ci salverà/ Ma S’ha da essere comunità!


The art is the weapon!

Piergiuseppe Francione
Attore classe 1969 di origini sannite, dopo la Laurea in Giurisprudenza e sei anni di praticantato, s’impone l’ancestrale a fiamma dell’attore e così a 33 anni molla tutto e si dedica all’essere attore. Da ciò, e tra gli altri, le collaborazioni e i lavori in Teatro con Renato Carpentieri, Abel Ferrara, Lucio Allocca, Davide Iodice, Mimmo Borrelli, Jurij Alschitz, Terje Lindberg, Alicja Ziolko, Anton Milienin, Gigi Savoia. Per il Cinema e in Tv tra gli altri, ha studiato con Carlo Lizzani, Ermanno Olmi, Lucio Allocca,Ivana Chubbuck e ha collaborato e lavorato con Abel Ferrara. Pupi Avati, Ricky Tognazzi, Luigi Di Gianni, Alessandro D’Alatri, Renato Scarpa, Enzo De Caro, Renato Lori, Barbara Rossi Prudente, Pietro Marcello, Giovanni La Parola, Renato Giugliano. Intense le frequentazioni con la musica e le
collaborazioni con musicisti, tra i quali Guglielmo Pagnozzi, Antonio Imparato, Ezio Lambiase, Antonello Aloise, i Brigitte Bordeaux e gli Spacca il silenzio. Ha approfondito le percussioni cubane e africane con Ciccio Merolla e Sergio Laccone e il canto con Gabriella De Carlo e Francesca Della Monica.
Ha curato laboratori teatrali in scuole pubbliche, nonché istituti penitenziari, spazi sociali e scuole per allievi attori.
Scrive e adatta drammaturgie e spontaneamente nascono poesie. Gli sta molto a cuore il futuro dell’attore e dell’arte che hanno da contribuire alla rinascita dell’essere umano e della società civile. Su questa linea sta collaborando con l’artista-pittore Ciro Palumbo.

Articolo successivo Articolo precedente